Le RADICI e le ALI

Identità, cultura e innovazione per lo sviluppo economico locale

 

 

 

 

Le radici e le ali: identità, cultura e innovazione per lo sviluppo economico locale è un progetto finalizzato a rafforzare il senso di appartenenza territoriale dell’Unione Valle Savio e delle sue comunità locali con l’obiettivo strategico di aumentare l’attrattività del territorio.

I comuni coinvolti nell’iniziativa sono cinque: Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Sarsina, Verghereto e Montiano.


Il progetto, finanziato dalla misura 7.4.02 “Strutture per servizi pubblici” del Fondo FEASR, nell'ambito del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Emilia-Romagna 2014-2020, delinea i principi di sviluppo territoriale a partire dalla valorizzazione delle identità locali. 
Gli ambiti coinvolti sono molteplici: dalla sostenibilità ambientale allo sviluppo del turismo, dall’innovazione tecnologica all’inclusione sociale.

Si tratta di uno “strumento” il cui obiettivo è raccordare le scelte e i progetti dei diversi comuni per costruire un sistema di potenzialità da attivare anche con la partecipazione delle comunità.


Il progetto si sviluppa in forma concreta all’interno di cinque comuni dell’Unione Valle del Savio e prevede la riqualificazione e la rifunzionalizzazione di altrettanti immobili, tutti accomunati da un alto valore storico, culturale e architettonico. In ciascun edificio è prevista l’attivazione di nuovi servizi pubblici culturali rivolti alla comunità locale con particolare riguardo ai giovani e ai turisti/visitatori.


L’obiettivo principale del progetto è valorizzare ed ampliare l’attrattività turistica del territorio dell’Unione dei Comuni Valle del Savio, in particolare compreso tra i comuni di Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Sarsina, Verghereto e Montiano con la volontà specifica di aumentare la vivibilità delle comunità locali partendo dai riferimenti storico culturali e paesaggistici della vallata.

I cinque luoghi oggetto di intervento diventano quindi parte di una rete turistica territoriale a maglia ampia che trova il suo valore anche nel paesaggio naturale.

 

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE:
 

1. Mercato Saraceno: centro di aggregazione per servizi culturali e il tempo libero dedicato alla musica, presso l’edificio storico annesso al palazzo comunale;
2. San Piero in Bagno (Comune di Bagno di Romagna): biblioteca digitale e spazio di aggregazione per il tempo libero dedicato alla lettura nell’ex Stazione del Foro Boario e nei giardini pubblici del Mercato Vecchio;
3. Sarsina: biblioteca e centro di aggregazione per i giovani e centro polivalente;
4. Tavolicci (Comune di Verghereto): Sacrario delle vittime nazi fasciste del polo museale del 900’;
5. Montiano: centro culturale-sala polivalente nell’ex chiesa di San Francesco.

 

RISULTATI ATTESI:

- incrementare e qualificare gli spazi pubblici attraverso interventi di riqualificazione diffusa per produrre una nuova qualità urbana;
- perseguire la quantità e la qualità delle attrezzature e degli spazi collettivi;
- favorire la fruizione turistica orientata delle aree e degli elementi di pregio ambientale e culturale;
- qualificare e diversificare l’offerta turistica (termale, ambientale, culturale, escursionistica, enogastronomica, ecc.);
- favorire lo sviluppo economico e la competitività del territorio montano dell’Unione;
- migliorare le relazioni interne tra i comuni dell’Unione per la costruzione di un'identità culturale e turistica di “territorio;
- promuovere una sempre maggiore partecipazione dei cittadini nei processi di trasformazione e qualificazione dei territori, quale momento fondamentale di condivisione;
- promuovere la qualità dei paesaggi;
- tutelare le aree di valore storico, culturale e ambientale;
- promuovere il recupero e la rifunzionalizzazione del patrimonio storico-architettonico, culturale e testimoniale diffuso nel territorio dell’Unione;
- contenere il consumo di suolo privilegiando la riqualificazione/rigenerazione di parti di territorio.

 

CO-FINANZIAMENTO E TEMPI DI REALIZZAZIONE

Spesa ammessa a contributo: 673.131,76 €
Contributo concesso: 620.000,00 (corrispondente all'importo massimo concedibile)
Tempi di realizzazione: 2018-2020