NOTIZIE NOTIZIE

ADRIADAPT: una giornata formativa rivolta agli Enti Locali per pianificare l'adattamento ai cambiamenti climatici

Lunedì 13 Maggio, presso l’Aula Corsi del Comune di Cesena, si è svolto il “Corso di formazione sull’adattamento ai cambiamenti climatici nell'attività degli Enti Locali: strategie, opportunità, sfide per pianificare l'adattamento”.

L’attività formativa fa parte del progetto europeo ADRIADAPT finanziato dal programma Italia-Croazia 2014-2020.

All’incontro hanno partecipato Dirigenti e funzionari dell’Unione Valle del Savio che a vario titolo si occupano di pianificazione strategica, ambiente e gestione del territorio, protezione civile e impatti climatici, insieme ai colleghi del Comune di Cervia e del Comune di Udine anch’essi partner del progetto.

Il corso pratico-teorico rappresenta la prima azione del progetto ADRIADAPT che si rivolge proprio agli Enti Pubblici e alle città dell’Area Adriatica con l’obiettivo di fornire loro conoscenze tecnico scientifiche aggiornate sulle dinamiche del cambiamento climatico e dotarli di strumenti integrati per l’analisi puntuale e lo sviluppo di Piani di medio e lungo termine per la resilienza climatica.
La giornata ha previsto una prima parte di presentazioni sulle sfide, le opportunità, le buone pratiche per la pianificazione integrata per l’adattamento condotte dai partner tecnici italiani del progetto ed in particolare: CMCC (Fondazione Centro Euro Mediterraneo sui cambiamenti Climatici – coordinatore del progetto ); Università IUAV di Venezia (Dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi); ARPAE (Servizio Ricerca e sviluppo rete agro-meteorologica e Servizio di Educazione alla sostenibilità).

Erano inoltre presenti Alessandro Rossi di ANCI – Emilia Romagna che ha fornito una quadro aggiornato delle politiche regionali in materia di clima e sviluppo sostenibile ed Emiliano Vettore della start up GreenDEV che ha presentato alcune buone pratiche tra cui il Piano Comunale delle Acque del Comune di Isola Vicentina.
Nella seconda parte della mattinata è stato invece proposto una tavolo di lavoro operativo per raccogliere in maniera partecipata criticità di processo e gestionali, sfide climatiche di dettaglio, idee progettuali per iniziare a dettagliare un quadro conoscitivo per approfondire analisi e scenari futuri.

Il corso di formazione ha rappresentato l’avvio delle attività di progetto che coinvolgeranno non solo la parte tecnica ma anche la parte politica dell’Unione nei prossimi 24 mesi, con una serie di azioni di coinvolgimento e formazione.